Modello Organizzativo di Riferimento (MOR)

Da Documentazione del registro elettronico open source Scuola247.

Il MOR è la descrizione del metodo di lavoro (organizzazione) che si automatizza con il software.


Organizzazione[modifica | modifica sorgente]

Il nostro MOR è incentrato sulla figura dell'istituto. L'istituto rappresenta o un istituto comprensivo o un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. Per ciascun istituto vengono definiti gli indirizzi scolastici, le materie di insegnamento e gli anni scolastici. Per ogni anno scolastico vengono composte le classi come insieme di alunni. I docenti usano il registro di classe per la firma, le presenze, l'argomento delle lezioni e le eventuali note generali o disciplinari. Il registro del professore sarà usato per le note personali del docente e la registrazione dei voti con la metrica prevista dalla materia eventualmente dettagliandoli con le qualifiche previste dalle competenze, conoscenze e abilità associate alla materia. Il libretto personale dell'alunno serve come strumento di comunicazione tra l'esercente patria potestà (madre, padre, tutore) e l'istituto (docenti, segreteria, dirigente scolastico).

Il docente della prima ora esegue l'appello e segna gli assenti sul registro di classe; il dato verrà automaticamente inserito anche nel giornale del professore. In caso di assenze il sistema invia una comunicazione tramite email o sms ad un orario preimpostato ai genitori dell'alunno assente. Il docente firma la propria presenza in classe per il periodo di insegnamento che gli compete e scrive l'argomento della lezione che verrà trascritto sia sul registro di classe sia sul giornale del professore. Tutte le operazioni possono essere eseguite al momento o in differita, come accade attualmente con i registri cartacei. Se è presente un alunno precedentemente assente, il registro di classe ricorda al docente che vi sono delle assenze da giustificare, il docente quindi controlla i libretti personali alla ricerca delle giustificazioni. Nel caso di entrate in ritardo il docente segna che l'alunno è entrato in ritardo e ha portato o meno una giustificazione. In caso di mancate giustificazioni il registro di classe ricorda al primo docente della mattina le assenze non ancora giustificate. Alla docenza successiva vengono riproposte le assenze rilevate precedentemente. Le assenze possono essere modificate in ogni momento dai docenti o dalla segreteria. Quando un docente emette una nota disciplinare ad un alunno i genitori riceveranno l'avviso tramite email o sms. Al momento delle verifiche, sia orali sia scritte, il docente può impostare un titolo alla verifica. Questo permette di avere sul giornale del professore i voti disposti in modo organizzato e con un colpo d'occhio avere la situazione delle interrogazioni. Inoltre, in caso di inserimento di voti degli scritti, è possibile inserirli parzialmente ed inviare la comunicazione dei voti agli studenti solamente una volta terminato l'inserimento. Le valutazioni possono essere di tipo orale, scritto, pratico o di qualsiasi altro genere impostabile a piacimento. La valutazione segue una metrica prestabilita per la materia, come ad esempio la metrica con i voti da 0 a 10. Ad ogni voto il docente può associare opzionalmente una determinata conoscenza, abilità o competenza.

Attori del sistema[modifica | modifica sorgente]

Amministratori di sistema[modifica | modifica sorgente]

Hanno pieni poteri sul sistema e sono gli unici che possono gestire la creazione o l'eliminazione degli istituti.

Dirigenti scolastici[modifica | modifica sorgente]

Hanno pieni poteri sull'istituto di appartenenza.

Personale di segreteria[modifica | modifica sorgente]

Fanno la gestione ordinaria dell'istituto. Gestiscono: gli anni scolastici, gli indirizzi scolastici, le classi, gli alunni e le credenziali di acceso al sistema. Possono inserire le giustificazioni degli alunni.

Docenti[modifica | modifica sorgente]

Gestiscono il registro di classe ed il proprio registro.

Studenti[modifica | modifica sorgente]

Possono vedere il proprio curriculum scolastico comprensivo di voti, assenze, ritardi e uscite, note generali e disciplinari. Possono visionare e, se maggiorenni, gestire il libretto personale.

Esercenti patria potestà[modifica | modifica sorgente]

Possono vedere il curriculum scolastico dell'alunno comprensivo di voti, assenze, ritardi e uscite, note generali e disciplinari. Possono comunicare con i docenti e l'istituto.

Entità del sistema[modifica | modifica sorgente]

Istituto[modifica | modifica sorgente]

L'istituto rappresenta o un istituto comprensivo o un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. L'istituto è l'entità gestita da un unico dirigente scolastico. In caso di istituti comprensivi particolarmente estesi, può contenere diversi plessi scolastici.

Indirizzi scolastici[modifica | modifica sorgente]

Gli indirizzi scolastici identificano il piano di studi, ovvero il percorso scolastico, di una classe.

Materie di insegnamento[modifica | modifica sorgente]

Le materie di insegnamento sono gli argomenti di studio insegnati da un docente. Le materie possono essere ad esempio: matematica, geografia, inglese, ecc..

Metriche e voti[modifica | modifica sorgente]

Per poter attribuire una valutazione è necessario definire una metrica. Per metrica si intende il tipo di scala da utilizzare. i numeri da 0 a 10 sono una metrica, i valori qualitativi "insufficiente, sufficiente, discreto, buono, ottimo" sono un'altra metrica. Una metrica può essere anche il semplice "soddisfa, non soddisfa". In ogni istituto, ogni materia può essere associata ad una determinata metrica.

Qualifiche (Competenze, conoscenze e abilità)[modifica | modifica sorgente]

In scuola247 le competenze, conoscenze e abilità sono memorizzate come qualifiche e sono personalizzabili a livello di materia. Per ogni voto attribuito è possibile indicare quale qualifica (Conoscenze, Abilità e Competenze) attribuire e valutarla con la relativa metrica. Rif. Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF sintesi, pdf sintetico, pdf dettagliato, comunicato miur, wikipedia).

Anni scolastici[modifica | modifica sorgente]

Identifica il singolo anno scolastico indicando il giorno di calendario di inizio dell'anno scolastico e il giorno di calendario di fine delle lezioni. All'interno dell'anno scolastico vengono definite le festività e le vacanze.

Classi[modifica | modifica sorgente]

La classe è un insieme di alunni e una volta specificata identifica l'indirizzo scolastico, la sezione, l'anno di corso e un determinato anno scolastico.

Classi virtuali[modifica | modifica sorgente]

Le classi virtuali sono una riorganizzazione temporanea delle classi dell'istituto. Le classi virtuali possono risultare utili in diversi casi tra cui:

  • nel caso di attività che coinvolgono più classi e che richiedano la suddivisione degli alunni in maniera diversa. Un esempio può essere l'attività di laboratorio che riunisce più classi o la lezione di educazione fisica se due classi vengono unite per poi essere suddivise tra maschi e femmine.
  • nel caso di assenza di un docente con conseguente assegnazione di parte degli alunni ad un'altra classe.

Registro di classe[modifica | modifica sorgente]

Vengono annotate le firme di presenza dei docenti, le assenze, i ritardi e le uscite anticipate degli alunni, gli argomenti delle lezioni, le note generali e disciplinari sia della classe nel suo complesso sia del singolo alunno. Ogni variazione è registrata dal sistema ed evidenziata in fase di stampa o archiviazione.

Registro del professore[modifica | modifica sorgente]

Vengono annotate le valutazioni degli alunni, sia nella metrica sia nel dettaglio delle competenze, conoscenze e abilità assegnate alla singola materia. Il docente può inoltre registrare annotazioni personali riguardanti la classe in generale o il singolo alunno.

Libretto personale[modifica | modifica sorgente]

Viene usato per le comunicazioni ufficiali tra l'istituto e/o i docenti e l'esercente patria potestà.

Interfaccia utente[modifica | modifica sorgente]

In Scuola247 abbiamo pensato all'Interfaccia Utente da due punti di vista: chi usa dispositivi mobili (smartphone e tablet) e chi invece usa dispositivi desktop (notebook, pc). In generale con l'interfaccia Desktop sono disponibili tutte le funzioni del software mentre con l'interfaccia mobile si è deciso di rendere disponibili sono alcune funzioni. L'amministratore di sistema e il personale di segreteria sono soggetti per cui non è prevista un'interfaccia mobile quindi le funzioni usate esclusivamente dall'amministratore di sistema e dal personale di segreteria non verranno rese disponibili con interfaccia mobile, si pensi ad esempio alla creazione di un nuovo istituto per l'amministratore di sistema oppure alla chiusura dell'anno scolastico per il personale di segreteria. Le funzioni che verranno rese disponibile con l'interfaccia mobile sono:

  • per i docenti: tutte le funzionalità necessarie nella presenza in classe: Appello, Entrata, Valutazione, Presenti, Uscita, Lezione, Libretto, Note, Firma
  • per gli esercenti la patria potestà: tutte le funzioni a loro riservate
  • per i dirigenti: la funzionalità Classi scoperte

Procedure operative[modifica | modifica sorgente]

L'istituto è l'entità da cui dipende tutto quindi finché non si crea l'istituto (reale o di test) non è possibile operare. La creazione dell'istituto è la prima cosa da fare in assoluto.

Creazione Istituto[modifica | modifica sorgente]

Solo l'amministratore di sistema può creare l'istituto ed assegnare la gestione di quest'ultimo al rispettivo dirigente scolastico. Da questo punto in poi il dirigente scolastico gestirò autonomamente le caratteristiche e risorse del proprio istituto e l'intervento dell'amministratore di sistema non sarà più necessario. Il programma chiederà se si preferisce partire da una base dati vuota o da una base dati precompilata con dei dati di esempio da personalizzare per la propria installazione.

Impostazione iniziale[modifica | modifica sorgente]

Una volta creato l'istituto il dirigente scolastico abilitato alla sua gestione dovrà perlomeno inserire gli utenti della segreteria in maniera da poter delegare a loro la gestione dell'istituto. I dati da inserire per poter iniziare la gestione sono i seguenti:

  • Indirizzi scolastici (servono nella gestione delle classi e delle qualifiche)
  • Materie (servono nella gestione delle classi)
  • Metriche (servono per la gestione delle valutazioni)
  • Tipi di voto (servono per la gestione delle valutazioni)
  • Qualifiche (servono per la gestione delle competenze, conoscenze e abilità e delle valutazioni)

A questo punto bisogna distinguere tra le operazioni da fare all'inizio dell'anno scolastico a seconda che sia la prima volta che si utilizza il software oppure in uno degli anni successivi.

Inizio dell'anno scolastico (primo anno di utilizzo del software)[modifica | modifica sorgente]

  • Inserimento delle anagrafiche dei docenti
  • Inserimento delle anagrafiche dei genitori e/o esercenti la patria potestà di TUTTI gli alunni importandole dalla base dati del ministero (SIDI)
  • Inserimento del nuovo anno scolastico e delle relative festività e giorni di chiusura
  • Creazione delle classi con assegnazione degli alunni
  • Stampa delle credenziali e del modulo della privacy da far firmare a nuovi docenti, studenti ed esercenti patria potestà.

Inizio dell'anno scolastico (ogni anno successivo al primo anno)[modifica | modifica sorgente]

  • Aggiornamento dell'anagrafica docenti per riflettere i cambiamenti intervenuti (trasferimenti, pensionamenti, ecc...)
  • Importazione dalla base dati del ministero (SIDI) delle anagrafiche degli alunni e dei genitori e/o tutori dei nuovi iscritti
  • Inserimento del nuovo anno scolastico e delle relative festività e giorni di chiusura
  • Apertura del nuovo anno: operazione che comporta la creazione delle classi per il nuovo anno copiando la composizione dell'anno precedente facendo avanzare tutte le classi di un anno eccetto le ultime: la "1A" dell'anno scolastico "2012/2013" diventerà la "2A" dell'anno scolastico "2013/2014" così come la "2A" dell'anno scolastico "2012/2013" diventerà la "3A" dell'anno scolastico "2013/2014" e chiaramente la "3A" dell'anno scolastico "2012/2013" (ultimo anno dell'indirizzo scolastico "Scuola secondaria di 1 grado") non verrà copiata nel nuovo anno scolastico.
  • Creazione delle classi del primo anno del ciclo di studi con l'assegnazione dei nuovi iscritti e la variazione delle classi esistenti per riflettere le variazioni intervenute (bocciati, trasferiti, ecc...)
  • Stampa delle credenziali e del modulo della privacy da far firmare a nuovi docenti, studenti ed esercenti patria potestà.

Fine dell'anno scolastico[modifica | modifica sorgente]

L'operazione di "chiusura di fine anno" archivia tutti i registri di classe e del professore in formato PDF/A eventualmente apponendo la firma elettronica del dirigente scolastico e l'apposizione della marca temporale. Il singolo istituto può scegliere di stampare i file PDF/A. Dopo la chiusura dell'anno scolastico non è più possibile apportare modifiche ai registri di classe e del professore e al libretto personale i quali saranno solo visualizzabili e stampabili. E' possibile inoltre decidere il periodo di validità residua delle utenze degli alunni e degli esercenti la patria potestà dell'ultimo anno di corso al fine di bloccarne l'accesso dopo un periodo predefinito dalla fine del corso di studi.

Lezione in aula[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportate le operazioni svolte nella prassi ordinaria dal docente che entra in aula.

Firma docente[modifica | modifica sorgente]

Entrato in aula, il docente firma il registro di classe tramite l'apposita funzione.

Appello[modifica | modifica sorgente]

Durante l'appello viene richiesto di indicare quali alunni sono presenti e quali assenti. Il primo appello della giornata viene riproposto ai docenti delle lezioni successive i quali dovranno semplicemente confermarlo o modificarlo.

Giustificazioni[modifica | modifica sorgente]

Il sistema ricorda al docente che deve raccogliere le eventuali giustificazioni degli alunni che sono stati assenti. Le giustificazioni riportate dagli esercenti patria potestà sul libretto personale dello studente sono direttamente visibili al docente o agli operatori della segreteria.

Lezione[modifica | modifica sorgente]

Il sistema propone in automatico il giorno e l'ora corrente per la compilazione dell'argomento della lezione che potrà essere inserita anche in un secondo momento. L'argomento è visibile a tutti i docenti della classe, al personale di segreteria e al dirigente scolastico. L'argomento della lezione, una volta compilato, verrà automaticamente condiviso tra il registro di classe e il registro del professore.

Ritardatari[modifica | modifica sorgente]

Nel caso in cui un alunno entri in ritardo di è possibile effettuare una variazione dell'appello nel caso si tratti di un ritardo irrisorio. In caso di ritardi sostanziali l'alunno viene inserito come ritardatario e ne viene chiesta una giustificazione. La giustificazione può essere eventualmente fornita dalla segreteria o dal dirigente scolastico oltre che dall'esercente patria potestà.

Uscite anticipate[modifica | modifica sorgente]

In caso uscite anticipate è possibile tenere traccia della variazione della composizione degli studenti. Il primo giorno in cui l'alunno torna presente verrà chiesta una giustificazione.

Valutazioni[modifica | modifica sorgente]

Nella parte riguardante il registro del professore il docente può scrivere delle annotazioni private e trascriversi i voti. E' stata posta molta attenzione all'attribuzione dei voti. E' infatti possibile definire per ogni materia una metrica di valutazione personalizzata. Ad esempio una metrica potrebbe essere quella numerica da 0 a 10, oppure una testuale qualitativa che va da insufficiente a ottimo. Possono essere inserite altre metriche personalizzate ed è sempre possibile attribuire ad ogni dizione un valore millesimale al fine di poterle conteggiare automaticamente come nel caso in cui venisse richiesta la media dei voti al sistema. E' inoltre possibile attribuire ad un voto anche la qualifica raggiunta. Per qualifica si intende il livello di abilità, conoscenze e competenze raggiunto. Ognuna di queste tre ultime voci può essere definito a livello di istituto ed è comunque personalizzabile dal docente. La valutazione è associata al tipo che normalmente può essere: orale, scritto, laboratorio. Il tipo è personalizzabile a piacere inserendo ulteriori voci se necessario. Normalmente l'inserimento di un voto a sistema lo rende immediatamente visualizzabile da alunni ed esercenti patria potestà. In alcuni casi, come l'inserimento di valutazioni derivanti dalla correzione di un compito scritto, il sistema permette il salvataggio temporaneo dei voti inseriti per poi procedere alla pubblicazione in contemporanea.

Note disciplinari alla classe[modifica | modifica sorgente]

Le note collettive sono inserite nel registro di classe e vengono automaticamente replicate su tutti i libretti personali degli alunni presenti.

Note disciplinari al singolo alunno[modifica | modifica sorgente]

Le note agli alunni sono inserite nel libretto personale degli alunni coinvolti.

Comunicazioni generiche[modifica | modifica sorgente]

Le comunicazioni del docente ai genitori avvengono tramite comunicazioni sul libretto personale degli alunni. Gli esercenti patria potestà sono avvisati tramite email dell'arrivo della comunicazione.

Comunicazioni all'esercente la patria potestà del singolo alunno[modifica | modifica sorgente]

Le comunicazioni del docente ai genitori avvengono tramite comunicazioni sul libretto personale degli alunni. Gli esercenti patria potestà sono avvisati tramite email dell'arrivo della comunicazione.

Classi scoperte[modifica | modifica sorgente]

Il sistema può essere impostato in modo tale da controllare in automatico se è stata eseguita la firma del docente sui registri di classe dopo un periodo specificato dall'inizio delle lezioni. Nel caso di classi scoperte viene avvisato il dirigente scolastico e la segreteria. E' comunque sempre possibile per il dirigente scolastico e la segreteria monitorare in qualsiasi momento la situazione delle firme sui registri di classe in tempo reale.

Iterazione con gli esercenti la patria potestà[modifica | modifica sorgente]

L'interazione tra dirigente scolastico/segreteria/docenti e l'alunno/esercente patria potestà avviene tramite comunicazioni sul libretto personale. Ogni comunicazione viene evidenziata tramite una email o un sms indicante l'arrivo della comunicazione.

Avviso via email (o via sms)[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle comunicazioni, vi sono anche ulteriori avvenimenti che innescano in automatico l'avviso via email o sms agli esercenti patria potestà. In particolare questi eventi sono:

  • le assenze
  • i ritardi
  • le valutazioni

Visualizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Gli esercenti patria potestà e gli alunni possono visualizzare in qualsiasi momento durante il corso di studi i dati riferiti all'alunno tra cui:

  • il registro di classe comprensivo delle assenze dell'alunno interessato.
  • le valutazioni complete delle qualifiche se presenti
  • le pagelle

Comunicazioni[modifica | modifica sorgente]

L'accesso al sistema degli studenti e degli esercenti patria potestà permette loro di vedere i voti, le assenze e di interagire col personale docente della scuola. E' infatti possibile scrivere delle giustificazioni per le assenze o richiedere colloqui con i docenti. Ogni comunicazione viene tracciata e mantenuta nel sistema. Nel caso di situazioni particolari come genitori separati è possibile emettere diverse login con riferimento ad altrettante persone che abbiano la patria potestà su un unico studente. Il sistema è predisposto per poter inviare delle comunicazioni anche tra i genitori di studenti della stessa classe.

Scrutini[modifica | modifica sorgente]

Il sistema propone in automatico per ogni alunno la media dei voti, tale proposta è liberamente modificabile dal docente. Vengono inoltre calcolati i giorni di assenza totali. Al termine dello scrutinio si registrano i voti concordati e si inserisce il verbale.

Note tecniche[modifica | modifica sorgente]

Login[modifica | modifica sorgente]

L'accesso a Scuola247 è protetto dal sistema di credenziali utente/password. Il sistema permette la stampa delle credenziali per una prima consegna a mano in concomitanza con l'accettazione del servizio e la successiva possibilità di variazione della password tramite il sito web. In caso di dimenticanza della password è possibile la creazione di una nuova in automatico tramite il sito web. Ogni login sarà univoca. La login connetterà automaticamente la persona al sito dell'istituto di riferimento. Nel caso in cui un genitore abbia due studenti in scuole diverse, avrà due login separate, ognuna creata dal rispettivo istituto. Lo stesso dicasi per docenti che insegnano in comprensori diversi. Nel caso in cui il genitore abbia più figli nello stesso istituto il sistema provvederà a mostrargli tutti i dati suddivisi per figlio.

Lock ottimistico[modifica | modifica sorgente]

In scuola247 si è scelto di usare per l'accesso concorrente al database la tecnica del lock ottimistico. Questa funzionalità permette a tutti gli utenti di visualizzare e modificare i contenuti ma potrebbe restituire un errore nel momento in cui due persone stiano salvando contemporaneamente delle modifiche allo stesso dato. Nel momento del salvataggio il sistema controlla che il dato da modificare sia rimasto invariato dal momento in cui è stato prelevato; se così non fosse, il sistema evidenzierà il conflitto e chiederà istruzioni per come procedere: annullare l'operazione, ricoprire il dato variato o ricaricare i dati.