Scenari di utilizzo

Da Documentazione del registro elettronico open source Scuola247.

Attori[modifica | modifica sorgente]

Nella scuola, per l'utilizzo del registro elettronico, sono identificabili i seguenti attori:

  • Dirigente scolastico
  • Personale di segreteria
  • Docenti: di ruolo, precari, di sostegno, per consulenze specifiche
  • Alunni
  • Esercenti patria potestà: padre, madre, parenti, tutori

Ognuno di questi può accedere al registro elettronico tramite una interfaccia pensata per i dispositivi mobili: smartphone e tablet con Android Android logo, iOS iOS logo o Windows Mobile Windows Mobile logo; o per il mondo Personal Computer: notebook e desktop con Linux, Windows o MacOS; in modalità on-line cioè con la connessione internet sempre attiva, oppure in modalità off-line cioè senza l'obbligo di avere una connessione internet attiva ma comunque con l'obbligo ogni tanto di connettersi per poter tenere aggiornato il sistema.

Interfacce e Dispositivi[modifica | modifica sorgente]

Poniamo l'attenzione sul fatto che quando si parla di mobile intendiamo un dispositivo mobile (smartphone o tablet con schermi di dimensioni limitate fino ad un minimo di 3 pollici) che utilizzano per l'input il tocco delle dita. Nel caso di dispositivi portatili ma con area di visualizzazione più grande (oltre i 10 pollici) e muniti di tastiera e mouse (netbook, notebook, ultrabook o desktop) l'interfaccia pensata è l'interfaccia desktop. Mentre l'interfaccia mobile è utilizzabile su questi ultimi dispositivi descritti, l'interfaccia desktop ne è prerogativa esclusiva.

Offline[modifica | modifica sorgente]

Nel caso dei dispositivi mobile la modalità offline è utile per poter lavorare quando non si ha una connessione wireless ad internet (con il proprio operatore o tramite il WIFI). Nel caso del Personal Computer la modalità offline è utile, ad esempio, per poter lavorare con il proprio portatile in una classe dove non è presente una connessione senza fili o la rete di istituto.

Scenari[modifica | modifica sorgente]

Gli alunni e gli esercenti patria potestà accedono al sistema tramite un qualsiasi dispositivo (mobile o personal computer) in modalità on-line oppure off-line Gli scenari di utilizzo si diversificano per come il sistema viene usato dall'istituto e principalmente sono i seguenti:

BYOD (Bring Your Own Device)[modifica | modifica sorgente]

Questo scenario non prevede investimenti da parte dell'istituto. Prevede che i docenti utilizzino il proprio dispositivo (smartphone, tablet, notebook) per accedere al sistema utilizzando un proprio collegamento ad internet se non è disponibile la rete di istituto, oppure lavorare offline. Il dirigente e la segreteria utilizzano i PC e il collegamento internet già esistenti.

Shared[modifica | modifica sorgente]

Questo scenario comporta un investimento minimo da parte dell'istituto per dotare l'aula professori di un numero di postazioni desktop o notebook, collegati ad internet tramite la rete di istituto, da condividere tra i docenti. Ovviamente i dati saranno inserti in modalità differita, ovvero si dovrà tenere traccia delle informazioni raccolte in classe per poi inserirle nel sistema una volta conclusa la lezione.

Scuola 2.0[modifica | modifica sorgente]

Questo scenario comporta il maggior investimento da parte dell'istituto e prevede di dotare ciascun docente o ciascuna aula di un dispositivo smartphone, tablet, notebook o desktop con cui accedere al sistema tramite la rete di istituto, oppure lavorare offline. Il dirigente e la segreteria utilizzano i PC e il collegamento internet già esistenti.

E' altresì possibile prevedere ulteriori scenari come ad esempio l'utilizzo di postazioni condivise in sala professori contemporaneamente all'uso di dispositivi personali utilizzati da altri docenti.

La roadmap del progetto prevede la realizzazione prima dell'interfaccia PC, poi dell'interfaccia mobile e successivamente l'implementazione della modalità offline prima per l'interfaccia PC e poi per l'interfaccia mobile.